Tratto 1 Petralia Soprana – Borgo Cipampini

Tratta
Petralia Soprana – Borgo Cipampini
Lunghezza percorso 
17,2 km
Tempo di percorrenza minima
6 ore
Elevazione minima
601
Elevazione media
770
Elevazione massima
1117
Difficoltà
E
Stagione consigliata
Primavera – Estate – Autunno

Il punto di partenza del percorso proposto è Petralia Soprana. Il primo punto d’interesse è la settecentesca Villa Sgadari che oggi ospita un interessante museo del carretto siciliano e dal cui punto panoramico si può ammirare il centro storico di Petralia Soprana e la valle del Fiume Salso.

Da Petralia Soprana si scende verso il piccolo borgo di Salinella e quindi, poco più avanti, si giunge alla miniera di Salgemma che oggi ospita anche un museo di arte contemporanea, il M.A.C.C.S. Proseguendo lungo il sentiero, si passa per Raffo, Borgo Pala (da dove si possono ammirare gran parte dei borghi rurali di Petralia Soprana) e quindi Borgo Verdi ed infine San Giovanni, fino alla storica Masseria Sgadari che oggi è anche un agriturismo (dove si può pernottare).

Questa parte del percorso è ricca di abbeveratoi storici. Da San Giovanni si prosegue verso Cipampini, affrontando la parte finale del Tratto 1, impegnativa per via della forte pendenza. Qualora l’escursionista non fosse in grado di affrontarla, si potrebbe richiedere un servizio navetta fino a Cipampini (che oggi ospita due strutture ricettive).